RSS Feed

“Artimino. Dalle origini ai nostri giorni” di Walter Nesti e Giampiero Fossi su Literary

0

novembre 23, 2017 by MdF

“Artimino. Dalle origini ai nostri giorni” di Walter Nesti e Giampiero Fossi sta riscontrando sempre più successo tra gli appassionati di storia e di curiosità legate al territorio carmignanese. Segnaliamo quindi con piacere ai lettori di massodellefateblog la recensione, firmata da Monica Florio, comparsa sul numero 11/2017 della rivista letteraria online Literary. Buona lettura.

 

Artimino. Dalle origini ai nostri giorni

Al borgo toscano di Artimino è dedicata questa pubblicazione di carattere divulgativo che ricostruisce la storia di un luogo nel quale convivono archeologia, arte e turismo.

Situato al vertice del triangolo Firenze-Prato-Pistoia, Artimino è una frazione del Comune di Carmignano.

Le favorevoli condizioni climatiche e la posizione ottimale ne hanno fatto inizialmente una terra di frontiera e un punto di controllo del commercio fluviale con l’Etruria meridionale. Fino al III secolo a.C., nel periodo etrusco, Artimino fu una città fiorente ma, in seguito all’incontro con il mondo romano, ebbe inizio una lenta decadenza.

Agli albori dell’età cristiana risale la prima fonte scritta (Cicerone) su questo territorio ma poi le tracce si perdono e bisognerà attendere il 998 con il diploma di Ottone III per reperire qualche notizia scritta. Di conseguenza, la ricostruzione storica da parte della coppia Nesti-Fossi è ottenuta formulando ipotesi e attingendo alla vasta bibliografia esistente su Artimino.

La narrazione segue un percorso lineare che dalle origini giunge fino ai giorni nostri ed è vivacizzata da frequenti box informativi.

Gli autori si soffermano sul periodo etrusco e su quello mediceo che sanciscono il collegamento con il presente, in cui Artimino, sede del museo etrusco e della villa Medicea, attrae grossi flussi turistici e, grazie alla produzione dell’olio di oliva e del vino, ha acquisito rilevanza anche sul piano economico.

Non manca il riferimento agli scontri fra Artimino e Carmignano nel periodo dei Comuni, alla costruzione della villa “La Ferdinanda” nel 1594, all’acquisto di quest’ultima e della tenuta agli inizi del novecento da parte di Emilio Maraini nonché ai fatti di sangue ad opera dei nazisti nel 1944.

Il saggio, rivolto alle giovani generazioni troppo spesso all’oscuro del loro passato, è un omaggio a questo paese, la cui rinascita è avvenuta nel 1974 in seguito agli scavi archeologici che hanno portato alla luce, nella zona della Villa, le antiche mura della città.

Monica Florio

Literary 11/2017

 


0 comments »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iubenda – Privacy Policy

Privacy Policy

Un anno di MdF

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Sezioni